Amore nelle canzoni, musica e parole oltre i luoghi comuni

Amore nelle Canzoni | 2 aprile 2016 Auditorium Parco della MusicaL’amore nelle canzoni: da un’idea di Beppe Frattaroli

Beppe Frattaroli, supportato quasi solo dalla sua chitarra e dal clarinetto di Raffaele Magrone, canta e narra l’Amore nelle canzoni, in tutte le sue forme, eseguendo brani tratti dalla sua discografia e rielaborando celebri brani di autori come Battisti-Mogol, Concato, Pino Daniele, De André, E. De Curtis, Tom Jobim, Paoli, Tenco e altri ancora…

Guarda qui una galleria fotografica del concerto.

Si va dall’amore romantico de “Il cielo in una stanza” a quello tradito della “Disonesta” di Fabio Concato, dall’amore per la propria terra di “Torna a Surriento” a quello nel quotidiano di “Perché no” di Battisti-Mogol, dall’amore dell’inganno espresso in “Ahi.. ahi.. ahi Marina” all’amore che arriva da Dio in “Ti conosco da sempre” (brani di Frattaroli). Qui il videotrailer del concerto.

Leggi tutto “Amore nelle canzoni, musica e parole oltre i luoghi comuni”

Il Decameron secondo David Riondino a RadioDue

Decameron secondo David Riondino

Decameron canzoni e storie: il Decameron secondo David Riondino. Intervista in diretta nazionale martedì 31 gennaio 2017 alle 12 in diretta su RadioDue.

David Riondino, cantautore e artista poliedrico, ha attraversato e sperimentato, dagli anni Settanta a oggi, innovativi percorsi musicali all’insegna della commistione di generi, fra poesia, satira, testi classici e canzoni d’autore. In questo spettacolo mette in musica lo straordinario mondo del Decameron di Giovanni Boccaccio, in una serie di ballate e improvvisazioni.

Leggi tutto “Il Decameron secondo David Riondino a RadioDue”

In ricordo di Virginia Splendore

Ascolta qui Virginia’s Song… tanto per sapere com’era la musica e cosa c’era nel cuore di Virginia Splendore

Virginia Splendore | stickista scomparsa il 6 maggio 2011Doveva essere il 2002 o giù di lì: ero ancora un copywriter a pieno servizio in un’agenzia di pubblicità a Roma. Ma… non curandomi troppo di ciò, proprio da quell’ufficio un giorno chiamai la cantante Barbara Eramo (conosciuta nel mitico “Il Locale” di vicolo del Fico fin dal 1997) per chiederle il telefono di Virginia Splendore, che qualche tempo prima avevo visto in concerto sempre lì al Locale proprio con lei, ascoltando così per la prima volta nella mia vita il suono dello stick.

“Pronto, ciao, sei Virginia Splendore?”

Leggi tutto “In ricordo di Virginia Splendore”