Lievito madre con uvetta

lievito madre con uvetta | raffaelemagrone.itIl lievito madre con uvetta è stata l’opzione che mi ha più incuriosito e affascinato quando ho deciso di iniziare a fare il pane in casa. Inutile dire che c’è stato bisogno di più di un tentativo, anche per comprenderne al meglio le possibili evoluzioni e le ragioni della riuscita o del fallimento, anche in base alle condizioni climatiche e alla stagione.

Lievito madre con uvetta… a voi la ricetta:

  • 250 ml di normale acqua fresca (magari da una bella fontana o dove pensate sia più buona)
  • una dozzina di chicchi di uva passa
  • lasciate in un barattolo di vetro semichiuso per 48 ore
  • trascorsi i due giorni filtrate 150 ml di quest’acqua, versatela in un altro vasetto di vetro pulito (suggerirei quelli per il miele da chilo) e – con un cucchiaio di legno – impastate con altrettanta farina integrale, lasciando sempre semichiuso e in dispensa per altre 36/48 ore;
  • quando il vasetto sarà ripieno di bolle fino all’orlo vorrà dire che il lievito è nato e… pronto al suo primo impasto per il vostro pane!!!

Leggi tutto “Lievito madre con uvetta”

Il lievito madre fatto in casa

lievito madre fatto in casa | raffaelemagrone.itLievito madre fatto in casa: dove inizia una lunga storia di sapori e scoperte, che vanno molto oltre il pane…

La cosiddetta pasta madre o lievito madre fatto in casa, è il risultato di un impasto iniziale di acqua e farina. Questo, lasciato adeguatamente fermentare per giorni, sviluppa batteri e altre peculiarità alla base dei lieviti, in grado a loro volta di generare e favorire nuove reazioni chimiche e di trasformazione (fermentazione) della materia originaria, che nel tempo va ad arricchirsi della storia stessa del luogo in cui si conserva. Un mix ogni volta unico di: ambienti, odori, temperature, tracce umane, tipo di aria e di acqua, oltre che (!!!) di farina utilizzata e di chissà quanti altri piccoli particolari che fanno ogni volta la differenza…

Il lievito madre fatto in casa può essere ottenuto con varie tecniche (partendo sempre e naturalmente da acqua e farina…), e magari con la sapiente aggiunta di un componente dolce che agevoli la fermentazione: in genere si ricorre al miele o all’uva passa, con la conseguente diversificazione… a livello organolettico a seconda di una o dell’altra strada che s’intenda intraprendere. Leggi tutto “Il lievito madre fatto in casa”