Amore nelle canzoni, musica e parole oltre i luoghi comuni

Amore nelle Canzoni | 2 aprile 2016 Auditorium Parco della MusicaL’amore nelle canzoni: da un’idea di Beppe Frattaroli

Beppe Frattaroli, supportato quasi solo dalla sua chitarra e dal clarinetto di Raffaele Magrone, canta e narra l’Amore nelle canzoni, in tutte le sue forme, eseguendo brani tratti dalla sua discografia e rielaborando celebri brani di autori come Battisti-Mogol, Concato, Pino Daniele, De André, E. De Curtis, Tom Jobim, Paoli, Tenco e altri ancora…

Guarda qui una galleria fotografica del concerto.

Si va dall’amore romantico de “Il cielo in una stanza” a quello tradito della “Disonesta” di Fabio Concato, dall’amore per la propria terra di “Torna a Surriento” a quello nel quotidiano di “Perché no” di Battisti-Mogol, dall’amore dell’inganno espresso in “Ahi.. ahi.. ahi Marina” all’amore che arriva da Dio in “Ti conosco da sempre” (brani di Frattaroli). Qui il videotrailer del concerto.

Leggi tutto “Amore nelle canzoni, musica e parole oltre i luoghi comuni”

Raffaele Magrone Auditorium = MuSix

MuSix, un concerto “sei generis” – Raffaele Magrone Auditorium di Roma, 30 maggio 2014.
Una serata unica e irripetibile, con ben quindici musicisti che si sono alternati in sei momenti musicali diversi, e quasi sempre in sei per volta…, sulla suggestiva scena
della Sala Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Raffaele Magrone Auditorium Parco della Musica – Estratti video

Qui una selezione di video per rendere l’idea della varietà del programma proposto, che – nell’arco di 10/15 minuti al massimo – catapultava l’attenzione del pubblico da un linguaggio (genere??) musicale all’altro, quasi a dimostrare e a voler abbattere definitivamente… le ormai anacronistiche “barriere” che spesso costituiscono un fastidioso ostacolo alla diffusione e condivisione della Musica.

Il clarinetto è uno strumento che, a partire dal 1700, ha attraversato i secoli e si è evoluto sia a livello tecnico/costruttivo sia ovviamente in quanto a scrittura musicale dedicata e ampio utilizzo nei contesti musicali e geografici più diversi. Probabilmente… neanche un “concerto sei generis” può essere di fatto sufficiente a raccontarne fino in fondo la bellezza e la versatilità.

ATTENZIONE – Piccola nota a margine: tra i video che seguono solo il primo (Capriccio op. 73 di Franz Poenitz per arpa e clarinetto) è tratto da un’altra esecuzione, di qualche mese prima, sempre a Roma (presso la Chiesa dell’Istituto “Massimo”) di Raffaele Magrone e Claudia Dominici, in quanto nella serata all’Auditorium c’è stato qualche inconveniente tecnico che non ne ha permesso un soddisfacente montaggio video. Leggi tutto “Raffaele Magrone Auditorium = MuSix”

Vuoi ricevere i miei annunci settimanali?

Iscriviti da qui alla mia newsletter,
così sarà più facile raggiungerti, grazie.