Insegnante di clarinetto Roma

Stai cercando un insegnante di clarinetto Roma Cinecittà o anche in altre zone?

Raffaele Magrone insegnante di clarinetto RomaLa tua ricerca su insegnante di clarinetto Roma ti ha portato qui? Ecco perché potresti essere nel posto giusto. Prima di tutto perché… qualcosa penso di averla imparata, suonando il clarinetto ormai da oltre 35 anni (ho iniziato a 12 e non ho più smesso :)) e poi perché ho maturato un’ampia esperienza con allievi di diverse fasce di età, dai 9 ai 70 anni… Nel tempo mi sono anche confrontato con tutti i più comuni problemi sulla scelta dei vari accessori del clarinetto quali: tipo di ancia, imboccatura o becco, legatura o fascetta, barilotto, campana (lo ammetto: ho utilizzato anche i celebri accessori Backun..). Vuoi sapere qualcosa ad esempio sui vari modelli di ance Vandoren o con quale tipo di becco iniziare?
Chiedi e ti sarà detto :))

    Insegnante di clarinetto Roma con barilotto e campana Backun
    Qui in un concerto a mio nome all’Auditorium “Parco della Musica” a Roma, nel 2014, con barilotto e campana Backun

    Imparare il clarinetto è facile o difficile?

    Quello che posso risponderti, se davvero vuoi imparare il clarinetto, è che ormai l’esperienza mi ha permesso di cogliere tante sfaccettature ANCHE DA OGNUNO DEI MIEI ALLIEVI. Proprio così! Ogni persona è diversa dall’altra, quindi cambia anche il modo in cui ognuno impara o come si approccia alla musica. In tanti anni ho capito su cosa può essere più importante lavorare, caso per caso, oltre che in base alle naturali aspirazioni di ognuno.

    Ho tutta la pazienza che serve affinché si compia quel meraviglioso fenomeno che chiamiamo apprendimento (bello un po’ come la lievitazione naturale del pane). Quindi la risposta esatta alla domanda qua sopra è: dipende da quanto ti interesserà realmente imparare il clarinetto.

    Il vero segreto per imparare a suonare il clarinetto…

    Credo che due elementi, indipendentemente dall’età, non debbano mai mancare per studiare il clarinetto: il Divertimento e la continua Scoperta di tutto quanto la Musica e il suono di questo strumento può darci. In un anno guardiamo centinaia di film in cui ci sono splendidi clarinetti nelle colonne sonore eppure, ancora oggi, molte persone non sanno come si chiama quello strumento così suggestivo.

    Eh già… nella nazione che ha dato i natali a Giacomo Puccini e Giuseppe Verdi ormai è diventato “normale” che qualcuno, dopo averti ascoltato, si avvicini timidamente per chiedere: “Scusi, ma come si chiama questo strumento? Davvero bello il suono, non me lo immaginavo…”

    Come si suona il clarinetto

    Come si suona il clarinetto | Lezioni di clarinetto a Roma
    Il clarinetto è uno strumento della famiglia dei legni, con la diteggiatura che prevede la chiusura di fori e l’utilizzo di levette (chiavi).

    Che il clarinetto sia uno strumento a fiato è risaputo, o dovrebbe esserlo… Quanto e in che modo sia importante il fiato, rispetto ad esempio a fattori quali la diteggiatura e la tecnica, è già un aspetto molto meno considerato. Solo il tempo, perché sono aspetti che difficilmente un unico insegnante riesce a trasmettere, mi ha aiutato a capire quanto grande – ai fini della costruzione del “proprio suono” – sia la connessione tra elementi quali il corpo (testa, pancia, braccia e anche gambe!! :)), il proprio pensiero della musica e fattori tecnici quali soprattutto l’intonazione.

    L’intonazione negli strumenti a fiato e nel clarinetto in particolare

    A differenza del pianoforte o della chitarra, in cui è fondamentalmente lo strumento che va accordato, gran parte del fascino di strumenti quali il violino, il violoncello, la stessa voce e appunto gli strumenti a fiato, quelli ad ancia come il clarinetto e il sassofono, oppure gli ottoni come la tromba, il corno o il trombone, è dato proprio dall’idea di suono e di musica che man mano si sviluppa nella testa dell’esecutore. Ogni volta diversa, anche quando lo strumento è il medesimo!!

    Imparare a gioire di ogni nota…

    È un concetto un po’ difficile da spiegare, ma sarebbe un po’ come dire: mentre il Do centrale del pianoforte suona più o meno in quel modo, per tutti gli altri suddetti strumenti, quindi anche nel caso del clarinetto, già solo quella singola nota potrà essere ricca di tante variabili, gran parte delle quali saranno scelte dalla testa e man mano… dal cuore del musicista.

    “Mica lo sapevo che il clarinetto aveva un suono così fico!!”
    [Più o meno questa era la frase pronunciata, in due diverse occasioni, da due musicisti romani di una certa esperienza, con cui ho collaborato, una in uno studio di registrazione, l’altro poco prima di iniziare un concerto…]

    Lezioni private di clarinetto Roma

    Quindi se stai cercando un insegnante per lezioni private di clarinetto per te o per tuoi conoscenti alle prime armi, oppure che lo suonavano e hanno a un certo punto smesso, se mi chiami dicendomi di aver letto questo articolo, cercherò di proporti una lezione di prova al miglior prezzo possibile (non può essere gratuita, perché non sono poche le persone che arrivano ogni giorno su questa pagina).

    Hai altre domande sul clarinetto?
    —> 340 0539561 <—

    Quanto costa una lezione di clarinetto a Roma

    Solitamente a Roma è possibile avere una lezione di clarinetto per 15, 20, 25 o 30 Euro, a seconda del tipo di accordo preso con l’insegnante, nel caso di lezioni private, oppure con la scuola di musica. Quello che io propongo, proprio per il fatto che da persona a persona cambiano troppi parametri per poter dare a tutti la stessa indicazione di costi, è un trattamento personalizzato in base agli specifici obiettivi che ogni allievo può avere.

    A che età si può iniziare a suonare il clarinetto

    Nella mia esperienza, a partire dall’età di 8/9 anni, si può tranquillamente iniziare lo studio del clarinetto. Alcuni bambini potrebbero avere le dita ancora un po’ piccole per il clarinetto in Sib (Si bemolle) e allora potrebbe essere il caso di attendere ancora un po’, oppure prendere in considerazione l’idea di cominciare con il clarinetto piccolo in Mib (Mi bemolle).

    Quanto costa un clarinetto per iniziare lo studio

    A partire da una spesa di circa 200 € si possono trovare clarinetti economici in resina, generalmente di fabbricazione orientale, che possono andare bene per i primi anni di studio. Questi, a differenza che nel caso di acquisto di strumenti usati per cifre simili, non dovrebbero in teoria aver bisogno di interventi di manutenzione o riparazione per qualche anno almeno. In ogni caso, considerando la disponibilità sempre maggiore di siti e gruppi Facebook dedicati agli strumenti usati, se si trova un venditore affidabile si possono ormai fare buonissimi acquisti. Basta fare un po’ di giri online oppure lasciarsi anche consigliare dal proprio insegnante, a cui magari potrebbe essere consigliabile far provare lo strumento prima di acquistarlo.

    Corso di clarinetto a Roma

    Con il clarinetto e l'Associazione Pirimpumpara in Ematologia pediatrica per lezioni concerto
    Con il clarinetto e l’Associazione Pirimpumpara a un concerto in Ematologia pediatrica

    In passato sono stato l’insegnante del Corso di clarinetto a Roma in tre diverse scuole di musica. La recente pandemia ha cambiato un po’ le cose, per cui in molti casi è diventata preferibile la formula della lezione privata. Rispetto alla consueta formazione su questo strumento, nel mio caso il percorso è stato un po’ diverso da quello standard con il Diploma di clarinetto in conservatorio. L’aver avuto in famiglia uno zio musicista professionista con anni di esperienza anche all’estero mi ha portato a un percorso di apprendimento un po’ alternativo. Prima c’è stata la passione per la musica jazz e la fusion. Poi la riscoperta degli sudi classici. Quindi la folgorazione per la musica brasiliana, bossa nova e choro in particolare. In mezzo tanti seminari e master class con clarinettisti come Gabriele Mirabassi e Paulo Sergio Santos, un’amicizia di oltre 20 anni con il M° Giambattista Ciliberti, con il quale nel tempo ho avuto modo di condividere tanti step importanti del mio percorso da atipico autodidatta e poi anni di seminari con lo straordinario maestro Barry Harris.

      Raffaele Magrone – clarinettista 

      Nato nel 1973, dall’età di 8 anni inizia a studiare musica (teoria e solfeggio) nella scuola comunale del suo paese d’origine, Ruvo di Puglia (Bari). A 12 anni prosegue lo studio del clarinetto privatamente con lo zio Nunzio Iurilli, clarinettista, sassofonista e cantante professionista con 20 anni di esperienza concertistica (1950/1970) tra Italia, Germania e nord Europa, Medio Oriente e Giappone. 

      Formazione e insegnamento musicale

      Nel 1993 si trasferisce a Roma dove due anni dopo si diploma come copywriter all’Istituto Europeo di Design (IED). Dal 1998 riprende con costanza lo studio e l’attività musicale, partecipando ai seminari di Siena Jazz 2002, Perugia Classico 2003 e 2004 (studiando clarinetto con Gabriele Mirabassi e Paulo Sergio Santos) e partecipando per molti anni ai seminari di una settimana a Roma del pianista americano e grande didatta jazz Barry Harris. 

      Lezioni di clarinetto bambini a Roma

      Comincia a insegnare clarinetto ai bambini e a tenere classi di musica d’insieme, con numerosi concerti e lezioni-concerto per bambini delle scuole materne ed elementari, tra cui la favola musicale “L’isola succhiona” all’Auditorium Parco della Musica di Roma (2003). 

      Incisioni discografiche

      Suona da solista nei Cd “Il cielo a metà” dell’attrice Barbara Amodio, “Different things” della stickista Virginia Splendore, con la quale partecipa a vari festival musicali in Italia e in Francia, oltre che in Cd della Aldo Bassi Light Big Band, con I Soliti Ignoti Jazz Orchestra e con il musicista brasiliano Augusto Alves. 

      Alcuni concerti

      Per l’Istituto Italiano di Cultura di Vienna tiene un concerto nella capitale austriaca il 6 maggio 2011 in duo arpa e clarinetto con Claudia Dominici. 

      Nel 2014 tiene un concerto a suo nome all’Auditorium Parco della Musica di Roma, con un programma di sei generi musicali diversi, insieme ad altri 14 musicisti. 

      Dal 2015 suona stabilmente in concerti per bambini da 0 a 6 anni a cura dell’Associazione “Pirimpumpara” che da oltre 10 anni si ispira alla Music Learning Theory di Edwin Gordon e, a partire da gennaio 2016, tiene regolarmente lezioni in vari asili nido (privati e comunali) di Roma e Tivoli, sempre secondo il metodo di Edwin Gordon. 

      Nel 2016 suona nuovamente all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il 2 aprile con il cantautore Beppe Frattaroli e il 2 dicembre con David Riondino.

      Sempre nel 2016 comincia una collaborazione che continua tuttora con il Teatro delle Marionette Mongiovino di Roma, in varie produzioni di spettacoli teatrali e concerti interattivi per bambini 0/6 anni e genitori, oltre che in varie matinée teatrali, riservate alle scuole dell’infanzia e materne di Roma e Latina.

      Nel novembre 2016, sempre con l’Associazione “Pirimpumpara”, tiene 8 concerti presso l’Auditorium di Cracovia (Polonia), specificamente concepiti per bambini 0/3 anni e genitori. Lo stesso progetto, in collaborazione con alcuni dei migliori docenti polacchi del Metodo Gordon, si ripete a maggio 2019.

      (Visited 56 times, 1 visits today)

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *