Costo kWh bolletta Enel: da 0,08€ teorici a 0,63€ effettivi

Dal costo del kWh presentato nei contratti, dai venditori e sui siti internet, a quello immediatamente riscontrabile in questa (autentica) bolletta Enel: la spesa effettiva per i kWh fatturati corrisponde non a metà, né a un terzo o a un quarto, bensì a un settimo (1/7) del totale da pagare

Dopo il molto letto ed evidentemente apprezzato “Capolavoro Eni”, scrivo questo articolo in seguito alla chiamata al Numero Verde Enel per chiarimenti sull’effettivo costo al kWh riscontrato nell’ultima bolletta (giugno 2021) di un’utenza che devo seguire per conto di mia madre anziana.

Dettaglio consumi kwh bolletta Enel

L’operatrice mi ha più volte ripetuto, come a volermi tranquillizzare: “Lei sta pagando il kWh al costo vantaggioso di 0,08€.”

Le ho quindi risposto che devo avere problemi con la mia calcolatrice, perché 0,08 x 55kWh mi dà come risultato 4,4€, quindi – chiedo – perché la bolletta ha altri 30€ di costi aggiuntivi?

Denominazione contratto Enel e tipologia cliente domestico residenteMa, non importa, crepi l’avarizia e teniamo per buono che 55kWh x 0,08 corrisponda ai 5,35€ della voce “energia mono” riportata nella sintesi degli importi fatturati, per un normale contratto “domestico residente”.

Il “problema” è che, da 5,35€ originari, la Spesa per l’Energia (A) di questa bolletta è pari a 14,83€, perché vi sono “altri importi materia energia” (cosa sarebbero esattamente???) di 9,48€.

Il costo netto per la componente energia

Ora: 14,83€ di “spesa per l’energia” diviso 55kWh corrisponde a un costo “netto” al kWh di 0,269€ (quindi non più 0,08€). Ecco qui di seguito il dettaglio prontamente inviatomi via mail dall’operatrice Enel per verificare con i miei stessi occhi di stare pagando “solo 0,08€ al kWh”.

Dettaglio costo importi in bolletta Enel spesa per kwh

E questo solo per la cosiddetta “componente energia”. Poi, per il trasporto dell’energia elettrica, la gestione del contatore e la spesa oneri di sistema, si aggiungono altri 14,52€ + 2,30€ + 3,17€ di totale imposte e IVA. Qui il puntuale dettaglio fornitomi da Enel.

Spesa trasporto energia e altri oneri bolletta Enel

Risultato: 55 kWh eroicamente trasportati a questa utenza a piano terra che vi assicuro non si trova in un posto sperduto in mezzo alle montagne (di cui quasi tutti, 52, nel mese di aprile, perché da maggio quel locale è stato pressoché inutilizzato!!) vengono fatti pagare 34,82€.

Il costo finale del kWh in questa bolletta Enel è, pertanto, esattamente di 0,63€

Ora mi direte: ma perché tutto questo clamore per neanche 35€?? Paga e sta zitto, come fanno tutti.

E infatti non credo di avere alternative. Ma mi sembrava opportuno, oltre che doveroso, documentare il tutto, per dire che bollette così, per locali che si usano poco o niente, ci portano alla drastica decisione di staccare oggi stesso la luce e di utilizzare neon portatili, candele o la sola luce del giorno, perché NON mi sembra così logico (o, Carissima Enel, innovativo???) pagare più di sessanta centesimi di Euro per un solo kWh.

Stima consumi luce per annoIl “problema” è che, nella “realtà virtuale”, ci sono siti in cui vengono riportate delle tabelle orientative per far capire ai consumatori quali dovrebbero essere i costi finali ragionevoli da pagare.

Costo finale della bolletta della luce vuol dire, molto semplicemente, il totale (esclusa l’eventuale quota per il Canone televisivo) DIVISO per i kWh fatturati.

Morale della favola: sul web si consiglia di regolarsi in questo modo, mentre l’operatrice Enel mi dice: “Lei non deve fare la divisione del totale per i kWh fatturati, perché ci sono anche i coefficienti territoriali e bla bla bla…”

Per cui resta la domanda iniziale: “Cosa significa allora 0,08€ al kWh se poi aggiungete altri 30€ a una spesa energetica di meno di 5€??”

(Visited 126 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *