Pane Magrone 12.0

Pane Magrone dicembre 2019 impasto senz'acqua

Scrivo questo articolo praticamente 12 anni dopo aver iniziato a fare il pane in casa.

Il pane Magrone 12.0 altro non è che il mio personale “stato dell’arte” rispetto a questo percorso iniziato non a caso… mentre mio figlio cominciava a masticare le sue prime molliche. Pensate: neanche c’era ancora stata la crisi economica!

Dopo 12 anni, stando all’oroscopo cinese, si torna al segno di partenza e da più parti ho letto che ogni 12 anni si passa da un ciclo di vita all’altro. Bene: nel mio caso, dopo 12 anni, ho cambiato il modo di fare il pane. Leggi tutto “Pane Magrone 12.0”

Il “mio” pane torta

Pane torta sul tagliere

Il pane torta (…che non è la “torta di pane”)

Gli alveoli del pane torta a base
Fatto con il 100% di farina integrale

Pane torta: non posso che chiamare così la nuova tappa “formativa” nella mia esperienza di panificatore casalingo. Tutto è nato dalla mia consueta curiosità nel non limitarmi ai… pani miei, ma volerne sapere sempre qualcosa di più anche su come lo fanno gli altri. E così eccomi a confrontarmi con un altro papà panificatore e ad applicare alcune delle sue formule, “integrandole” con le mie. Leggi tutto “Il “mio” pane torta”

Ricetta pane fatto in casa

pane in casa | ricetta pane fatto in casa di Raffaele MagroneRicetta pane fatto in casa: in un unico articolo tutto quello che serve sapere per passare dalla teoria alla pratica (appassionante) della panificazione nella propria cucina e con le farine preferite.

LA SERA PRIMA
(importante: la ricetta pane fatto in casa inizia con questo importante passaggio “serale”)

Prendere 150 g dal vasetto di lievito conservato in frigo e impastare con altri 150 g di FARINA INTEGRALE e 150 ml acqua (o anche meno acqua: in generale regolare le quantità in modo da avere un impasto sufficientemente elastico, quindi né troppo liquido, né troppo solido), usando un cucchiaio di legno e un contenitore in plastica con coperchio che andrà poi messo in dispensa a riposare.

LA MATTINA

Il lievito impastato lasciato a fermentare tutta la notte dovrebbe aver fatto le bolle ed essere aumentato di volume. In tal caso procedere con l’impasto vero e proprio per il pane, con le seguenti quantità: Leggi tutto “Ricetta pane fatto in casa”

Fare il pane nel forno di casa

fare il pane | raffaelemagrone.itVi ho raccontato del lievito madre, degli ingredienti giusti per un buon pane fatto in casa, di come impastarlo e come fare le pieghe, di prima e seconda lievitazione e della nostra palla magica di farina che ci dice quando è il momento di infornare. Eccoci giunti alla cottura.

Fare il pane nel forno di casa: la cottura

Prima cosa: dopo che la pallina magica ci ha dato l’ok, apriamo il forno e togliamo in caso dal forno l’impasto lasciato al tepore della lucina. Spegniamo la lucina e questa volta accendiamo il forno e lasciamolo riscaldare per 12/15 min alla massima temperatura (240°), mentre il pane attende fuori sempre al calduccio.

Prima dello scadere di questo tempo di riscaldamento del forno, scopriamo il pane, gli facciamo la classica croce col coltello o altri tagli a nostro gusto (l’obiettivo è favorirne l’apertura/crescita quando sarà nel forno) quindi:

  • lo spruzziamo con un po’ d’acqua,
  • oppure metteremo un pentolino d’acqua nel forno,
  • o, come nel mio caso, almeno un paio di vasetti di alluminio con dell’acqua, di fianco al pane.

Leggi tutto “Fare il pane nel forno di casa”

Pane in casa: lievitazione, pieghe e… magia

pane in casa | raffaelemagrone.itAbbiamo parlato di lievito madre, di impasto del pane con gli ingredienti giusti e con l’impastatore Bimby o altro (occhio, niente a che fare con la “macchina del pane“…), oppure totalmente a mano. Bene. Eccoci ora con la nostra bella palla d’impasto riposta nell’insalatiera e coperta con pellicola di plastica ed eventualmente con un panno e lasciata a lievitare per tre ore circa in dispensa o nello stesso forno spento con luce accesa.

Pane in casa: come fare le pieghe

Trascorse le tre ore andiamo a riprendere l’impasto già lievitato e poggiamolo nuovamente sul tavolo di lavoro (sempre impolverato di farina): questa volta lo appiattiamo appena, usando i palmi aperti delle mani, ma senza fare troppa pressione, semplicemente sentendo l’elasticità della pasta. Formiamo una sorta di rettangolo (ripeto: non troppo schiacciato!!) e applichiamo la tecnica delle pieghe, come in questa sequenza di foto. Ricordiamoci di staccare una pallina da 2 cm di diametro circa e lasciarla per un attimo da parte. Leggi tutto “Pane in casa: lievitazione, pieghe e… magia”