Fare il pane nel forno di casa

fare il pane | raffaelemagrone.itVi ho raccontato del lievito madre, degli ingredienti giusti per un buon pane fatto in casa, di come impastarlo e come fare le pieghe, di prima e seconda lievitazione e della nostra palla magica di farina che ci dice quando è il momento di infornare. Eccoci giunti alla cottura.

Fare il pane nel forno di casa: la cottura

Prima cosa: dopo che la pallina magica ci ha dato l’ok, apriamo il forno e togliamo in caso dal forno l’impasto lasciato al tepore della lucina. Spegniamo la lucina e questa volta accendiamo il forno e lasciamolo riscaldare per 12/15 min alla massima temperatura (240°), mentre il pane attende fuori sempre al calduccio.

Prima dello scadere di questo tempo di riscaldamento del forno, scopriamo il pane, gli facciamo la classica croce col coltello o altri tagli a nostro gusto (l’obiettivo è favorirne l’apertura/crescita quando sarà nel forno) quindi:

  • lo spruzziamo con un po’ d’acqua,
  • oppure metteremo un pentolino d’acqua nel forno,
  • o, come nel mio caso, almeno un paio di vasetti di alluminio con dell’acqua, di fianco al pane.

Leggi tutto “Fare il pane nel forno di casa”

Pane in casa: lievitazione, pieghe e… magia

pane in casa | raffaelemagrone.itAbbiamo parlato di lievito madre, di impasto del pane con gli ingredienti giusti e con l’impastatore Bimby o altro (occhio, niente a che fare con la “macchina del pane“…), oppure totalmente a mano. Bene. Eccoci ora con la nostra bella palla d’impasto riposta nell’insalatiera e coperta con pellicola di plastica ed eventualmente con un panno e lasciata a lievitare per tre ore circa in dispensa o nello stesso forno spento con luce accesa.

Pane in casa: come fare le pieghe

Trascorse le tre ore andiamo a riprendere l’impasto già lievitato e poggiamolo nuovamente sul tavolo di lavoro (sempre impolverato di farina): questa volta lo appiattiamo appena, usando i palmi aperti delle mani, ma senza fare troppa pressione, semplicemente sentendo l’elasticità della pasta. Formiamo una sorta di rettangolo (ripeto: non troppo schiacciato!!) e applichiamo la tecnica delle pieghe, come in questa sequenza di foto. Ricordiamoci di staccare una pallina da 2 cm di diametro circa e lasciarla per un attimo da parte. Leggi tutto “Pane in casa: lievitazione, pieghe e… magia”

Impastare il pane in casa

impastare il pane in casa | raffaelemagrone.itSi fa presto a dire pane… Ma, spiegandolo fino all’ultimo dettaglio, come impastare il pane in casa? Parliamo di pane nel vero senso “sacro” della parola, non di un pane qualsiasi, ma a lievitazione naturale e ovviamente a base di pasta madre o lievito madre con uvetta (o con altra tecnica), non con il normale lievito di birra “industriale”.

Impastare il pane in casa: il buongiorno si vede…

Eccoci dunque alla fatidica mattina in cui fare il pane, possibilmente il sabato o la domenica, o un giorno in cui potete esserci con la dovuta serenità d’animo – visto che anche questa… farà parte di quel che impasterete – per seguire bene il tutto!!

Nel mio caso – facendolo da ormai oltre 7 anni almeno due volte a settimana – uso il Bimby per velocizzare le operazioni di impasto, ma il discorso è identico se dovete procedere totalmente a mano. Quindi, che sia il Bimby o una comoda e ampia insalatiera per impastare a mano, versate TUTTO INSIEME: Leggi tutto “Impastare il pane in casa”

Pane al pane Blog

pane blog | raffaelemagrone.it

…PANE AL PANE BLOG AL BLOG…
Questa ve la devo proprio raccontare. Altrimenti che razza di pane al pane blog sarebbe :))

Era l’autunno del 2007, sono ormai papà da 4/5 mesi, con delle colleghe stiamo andando in macchina da un cliente. A un certo punto, una di loro dice: “Scusate ma devo proprio mangiare qualcosa. Non è che vi va un po’ di pane?”
Ed eccomi, nel bel mezzo del viaggio, a gustare un buonissimo pane fatto in casa (“Ma lo fai proprio tu???” – “Certo, non è difficile!!”) e ho come un’illuminazione istantanea: “Anch’io d’ora in poi mi farò il pane in casa!!!”
Certo… tra il dire e il fare c’è di mezzo… il pane blog.

Beh, sono tornato a casa, ho cominciato a ragionarci su… Già in macchina avevo raccolto un bel po’ di informazioni. Ma, come capita nella vita, oltre che alla coscienza di Zeno, decidersi non è così facile e la cosa rischia di essere stata solo un bel pensiero… Invece, neanche due settimane dopo, eccomi davanti al mio primo esperimento di lievito madre: una dozzina di chicchi di uva passa lasciati per un paio di giorni in 250 ml di acqua. Quindi altri due giorni a lasciar fermentare 150 ml della stessa acqua “zuccherosa”, filtrata dall’uva passa, impastata con 150 g di farina integrale. Leggi tutto “Pane al pane Blog”

Vuoi ricevere i miei annunci settimanali?

Iscriviti da qui alla mia newsletter,
così sarà più facile raggiungerti, grazie.