Sergio Mattarella Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella tredicesimo Presidente della Repubblica italiana

Sergio Mattarella dodicesimo Presidente della Repubblica | raffaelemagrone.itChe presidenza sarà? Possibile che Sergio Mattarella abbia accettato di tenere il posto caldo per una anno a Mario Draghi?
Chissà se la nostra “democrazia” è ormai ridotta a questo…
Anyway. Sette anni fa esatti, lo salutavo così da questo sito.
Un nuovo bis presidenziale, dopo quello di Re Giorgio Napolitano.

Come Napolitano?

“Presidente garante” di Lodo Alfano, legge elettorale Porcellum e altre palesi incostituzionalità dei precedenti 9 anni – se la parabola presidenziale (quasi monarchica) di Giorgio Napolitano si volesse condensare nella più che sufficiente immagine della distruzione delle sue intercettazioni telefoniche con l’indagato Nicola Mancino, all’interno del processo palermitano per la trattativa Stato-Mafia dei primi anni ’90, il nome di Sergio Mattarella dodicesimo Presidente della Repubblica è stato, fuori da ogni ragionevole dubbio, un salto – eccome!! – nel futuro, cercando di ripartire da quanto di buono c’è “Stato” nel nostro passato.

Al di là dei meriti della persona e del suo curriculum da uomo politico “con la schiena dritta” (più che una rarità nella patria di Giulio Andreotti), Sergio Mattarella dodicesimo e tredicesimo Presidente della Repubblica italiana è quanto meno un simbolo di cui oggi l’Italia ha più che mai bisogno.

Piersanti Mattarella | raffaelemagrone.itUna storia antimafia…

Sergio è infatti il fratello di Piersanti Mattarella, storico nome della DC siciliana, assassinato il 6 gennaio del 1980 mentre era Presidente della Regione ed… evidentemente aveva già lasciato comprendere a Cosa Nostra di essere (anche lui…) un uomo con la schiena dritta.

Sergio Mattarella è colui che dà il nome all’ultima legge elettorale costituzionale di cui l’Italia si è avvalsa… finché nel 2006 è apparso quel mostro anti-democratico e anti-costituzionale chiamato Porcellum.

Scelte importanti di Mattarella

Inoltre nel 1990 Sergio Mattarella fu tra i pochi a dimettersi (ed era anche Ministro della Pubblica Istruzione!!) quando Andreotti pose la fiducia sulla Legge Mammì, che spianava la strada alle TV di Berlusconi… e, a bassa voce (come nel suo stile di persona educata e non appariscente) si limitò a dire:

“Riteniamo che porre la fiducia per violare una direttiva comunitaria sia, in linea di principio, inammissibile…”

Un’altra “sufficiente garanzia” sull’igiene spirituale dell’uomo Sergio Mattarella dodicesimo Presidente della Repubblica è quella che, nella vita, al contrario di molti che arrivano ai piani alti…, non aveva certo pensato di “darsi alla politica” (voleva diventare professore di Diritto Pubblico). Fu solo per dare una risposta frontale a chi aveva ammazzato il fratello che Sergio Mattarella decise di cambiare il corso della sua vita e, speriamo oggi, della nostra.

(Visited 485 times, 1 visits today)

4 risposte a “Sergio Mattarella Presidente della Repubblica”

  1. Vorrei avere il tuo ottimismo, Raffy.

    A me pare l’uomo grigio che sicuramente non infastidirà il manovratore.

    Dopo aver neutralizzato il Senato, addomesticare il Quirinale gli fa gioco (Napo ogni tanto si era permesso di criticarlo).

    Non c’è altro oltre questo.

    Un altro pezzo di Repubblica va in necrosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi ricevere i miei annunci settimanali?

Iscriviti da qui alla mia newsletter,
così sarà più facile raggiungerti, grazie.

Shares